Sacro Corano (Italiano)
IR&LI
1.0 1.0mb
Corano è il testo sacro della religione dell'Islam.

Per i musulmani il Corano, così come lo si legge oggi, rappresenta il messaggio rivelato quattordici secoli fa da Dio (in arabo Allāh) a Maometto (in arabo Muḥammad) per un tramite angelico, e destinato a ogni uomo sulla terra. Venne dettato da Maometto a vari testimoni che ne impararono a memoria alcuni versetti o tutto il suo corpus, e a vari compilatori - detti kātib (pl. kuttāb) - tra cui vi furono Muʿāwiya b. Abī Sufyān, Abd Allah b. Sa'd ibn Abi Sarh e Zayd b. Thābit. Dai kuttāb venne quindi scritto su vari supporti (presumibilmente pezzi di legno, osso, pergamena, tessuti serici) che furono poi raccolti e risistemati definitivamente su ordine del califfo ʿUthmān b. ʿAffān.

Egli fece realizzare le prime quattro copie complete manoscritte (che inviò nelle quattro città principali della Umma) e fece bruciare le versioni discordanti. A questo riguardo, si è ipotizzato che dei manoscritti ritrovati a Ṣanʿāʾ nel 1972, più antichi di quelli di ʿUthmān potessero costituire una versione inedita del Corano, diversa da quella conosciuta; l'analisi dei testi ha tuttavia dimostrato che non contenevano sostanziali variazioni e che si trattava di manoscritti di fortuna, probabilmente utilizzati da musulmani non raggiunti dal testo di Uthman. Nel giro di 20 anni dalla morte del Profeta, comunque, il Corano comparve nella sua forma scritta ed escluse le aggiunte di circa 1.000 Alif (prime lettere dell'alfabeto arabo) fatte da Al-Hajjaj ibn Yusuf nel 700, e sarebbe rimasto pressoché invariato.

Quran is the holy book of the religion of Islam.

For Muslims, the Quran, as you read it today, is the message revealed fourteen centuries ago by God (Arabic Allāh) to Muhammad (Arabic Muhammad) for a through angelic, and destined to every man on earth. Was dictated by Muhammad to various witnesses who learned by heart some verses or his whole body, and various compilers - said Katib (pl. Kuttab) - of which there were Mu'awiya b. Abi Sufyan, Abd Allah b. Sa'd ibn Abi Sarh and Zayd b. Thabit. By Kuttab was then written on various media (presumably pieces of wood, bone, parchment, silk fabrics) which were then collected and restored permanently on the order of Caliph'Uthmān b. 'Affān.

He did make the top four complete copies of the manuscript (which sent in the four major cities of Umma), and then burned the conflicting versions. In this regard, it was assumed that the manuscripts found in Ṣan'ā' in 1972, the oldest of those'Uthmān could constitute an unreleased version of the Quran, different from the known; text analysis has shown, however, that did not contain substantial changes and that it was manuscripts of luck, probably used by Muslims is not achieved by the text of Uthman. Within 20 years after the Prophet's death, however, the Koran appeared in his writing, and except for the addition of approximately 1,000 Alif (first letters of the Arabic alphabet) made by Al-Hajjaj ibn Yusuf in 700, and would have remained almost unchanged .

Content rating: Everyone

Requires OS: 1.6 and up

...more ...less