La Sacra Bibbia
Igor Apps
1.1 Varies with device
Bibbia (La Riveduta) 1927

La Bibbia (dal greco antico βιβλίον, plur. βιβλία, lett. libri) è il libro sacro della religione ebraica e di quella cristiana.

È formata da testi differenti per origine, genere, composizione, lingua e datazione, scritti in un lasso di tempo abbastanza ampio, preceduti da una tradizione orale più o meno lunga e comunque difficile da identificare, racchiusi in un canone stabilito a partire dai primi secoli della nostra era

Il termine "Bibbia ebraica" è solitamente usato per indicare i testi sacri della religione ebraica. Tale uso è però improprio: l'etimologia di Bibbia è greca (significa semplicemente, come si è visto, libri), e il termine non è consueto presso i seguaci del monoteismo giudaico. Il termine usato è Tanakh, acronimo privo di significato nella lingua ebraica e formato dalle iniziali delle parti nelle quali vengono raggruppati i 24 libri:
Torah (= Legge o anche Insegnamento; Pentateuco = 5 Testi (Libri) in greco)
Neviim (= Profeti) a loro volta divisi in profeti anteriori e posteriori
Ketuvim (= Scritti; Agiografi = scritti sacri in greco)

Tutti i libri della Bibbia ebraica sono stati scritti principalmente in ebraico con alcune piccole parti in aramaico.

Nell'ambito dell'ebraismo antico alcune correnti, in particolare i sadducei, consideravano come sacra la sola Torah, e dall'antichità i samaritani hanno mantenuto una posizione simile, considerando canonici solo il Pentateuco e il libro di Giosuè.

Le antiche comunità ebraiche di lingua greca, oggi estinte, seguivano invece un canone più ampio dell'attuale canone ebraico, il cosiddetto canone alessandrino, derivato dalla versione dei Settanta della Bibbia. Nel I secolo d.C. per l'ebraismo venne considerato come definitivo il canone palestinese, più ristretto di quello alessandrino.

Antico Testamento
L’indice della Bibbia cattolica non segue la cronologia dei testi, ma è divisa in quattro parti in base al contenuto: cioè il Pentateuco, i Libri Profetici (anteriori = Libri Storici e posteriori = profetici propriamente detti), Scritti (tra i quali i Libri Sapienziali), Deuterocanonici. Il numero, l'ordine ed il titolo dei vari libri varia a seconda dei diversi canoni. I libri contenuti al suo interno sono 46 e parlano del popolo ebraico, dei suoi padri, re e profeti. Ci sono anche testi appartenenti all'epoca ellenistica, prima della nascita di Gesù, tranne Sapienza ultimo libro della Bibbia (Antico Testamento) scritto nell'era cristiana all'inizio del I secolo d.C. (Fonte: La Bibbia Ed. san Paolo, 2009 - Pag. 1374). I Libri deuterocanonici non sono riconosciuti come ispirati e quindi appartenenti al canone dalle chiese protestanti e da alcune altre confessioni.

Nuovo Testamento
Nuovo Testamento, facente parte della sola Bibbia cristiana, redatto originariamente in greco con numerosi semitismi, è composto dai quattro Vangeli, dalle lettere dell'apostolo Paolo, dalle Lettere cattoliche, dagli Atti degli Apostoli e dall'Apocalisse, per un totale di 27 scritti (tra parentesi l'abbreviazione usata nelle citazioni bibliche). Tra le diverse confessioni cristiane (cattolica, ortodossa, protestante) c'è un sostanziale accordo sul numero e l'ordine dei libri del Nuovo Testamento, con la sola differenza che nell'ordine luterano gli ultimi libri sono i deuterocanonici neotestamentari, cioè Ebrei, Giacomo, Giuda e Apocalisse, separando Ebrei dal corpus paolino e Giacomo e Giuda dalle lettere cattoliche. Non è così invece per il Vecchio Testamento, dove la canonicità di alcuni libri non è riconosciuta dalle chiese protestanti e da alcune altre confessioni.

Bible (The Revised) 1927

The Bible (from the ancient greek βιβλίον, plur. Βιβλία, letter. Books) is the holy book of the Jewish religion and the Christian one.

It consists of texts of different origins, gender, composition, language and dating, written in a fairly large amount of time, preceded by an oral tradition more or less long, however, difficult to identify, encased in an established canon from the early centuries of our era

The term "Hebrew Bible" is usually used to refer to the sacred texts of the Jewish religion. Such use, however, is improper: the etymology of the Greek Bible (simply means, as we have seen, books), and the term is not usual at the followers of the Jewish monotheism. The term used is the Tanakh, an acronym has no meaning in the Hebrew language and format of the initials of the parties in which are grouped the 24 books:
    Torah (= Law or Teaching; Pentateuch = 5 Texts (Books) in greek)
    Neviim (= Prophets) prophets in their turn divided into anterior and posterior
    Ketuvim (Writings =; Hagiogrypha = sacred writings in greek)

All the books of the Hebrew Bible were written mainly in Hebrew with some small portions in Aramaic.

Under certain currents of Judaism ancient, especially the Sadducees, regarded as sacred only the Torah, and from ancient times the Samaritans have maintained a similar position, considering only the canonical Pentateuch and the Book of Joshua.

The ancient Jewish communities of the Greek language, now extinct, followed instead a broader canon of the Hebrew canon, the so-called Alexandrian canon, derived from the Septuagint version of the Bible. In the first century A.D. Judaism was regarded as the definitive Palestinian canon, much narrower than that of Alexandria.

Old Testament
The index of the Catholic Bible does not follow the chronology of the texts, but it is divided into four parts based on the content: that is, the Pentateuch, the prophetic books (front = rear = Historical Books and prophetic proper) and Writings (including the Wisdom Books), Deuterocanonical. The number, order, and the title of the various books varies according to the different fees. The books contained within it are 46 and speak of the Jewish people, his fathers, kings and prophets. There are also texts from the Hellenistic period, before the birth of Jesus, except Sapienza last book of the Bible (Old Testament) written in the Christian era at the beginning of the first century AD (Source: The Bible Ed St. Paul, 2009 - Page 1374). The deuterocanonical books are not recognized as inspired and therefore belong to the canon of the Protestant churches and some other denominations.

New Testament
 New Testament, only part of the Christian Bible, written originally in greek with numerous semitismi, is composed of the four Gospels, the letters of the Apostle Paul, the Catholic Letters, the Acts of the Apostles and the Apocalypse, for a total of 27 written (in parentheses the abbreviation used in the Biblical citations). Among the various Christian denominations (Catholic, Orthodox, Protestant) there is substantial agreement on the number and order of the books of the New Testament, with the only difference that the last order Lutheran New Testament Deuterocanonical books are, that is Jews, James, Jude and Revelation, separating Jews from the Pauline corpus and James and Jude Catholic letters. Not so instead for the Old Testament, where the canonicity of certain books is not recognized by the Protestant churches and some other denominations.

Content rating: Everyone

Requires OS: 4.0 and up

...more ...less